Uno dei principali motivi per cui ho deciso di dare avvio a questa nuova avventura – avere un blog tutto mio dedicato all’interior design è stato il piacere e la passione che ho provato nel vedere il mio appartamento prendere forma negli ultimi mesi. Un progetto di ristrutturazione che a breve giungerà a termine. Non vedo l’ora! Nonostante non fossi assolutamente preparata a quanto sia difficile scegliere colori, materiali, rivestimenti e mobili cercando di immaginare come il tutto possa convivere in modo armonioso, ho capito strada facendo che seguire solo ed esclusivamente il proprio gusto ed il proprio intuito non può che portare ad un risultato soddisfacente. Come accade per la maggior parte delle cose nella vita, basta prendere il via! Una volta scelto il primo pezzo del puzzle, il percorso è in discesa e tutto viene da sé. Così, nonostante la mia totale inesperienza, ho voluto scegliere per quello che sarà il mio futuro angolo di intimità, quello che mi piaceva davvero. Ecco alcune immagini che mi hanno indirizzato nella scelta dei materiali e dei colori per il mio appartamento. Il tutto perfettamente riassunto nella moodboard che ho creato successivamente.

moodboard Concept: tra minimalismo e comfort

Ed è proprio in questi giorni, mentre cerco di trasportare un pò dell’anima della mia casetta in questo blog, che mi piacerebbe rendere un’estensione del mio spazio domestico in cui continuare a costruire, vivere ed arricchire la mia passione per l’interior, che ho scoperto la sorprendente utilità di uno strumento: la moodboard! La moodboard non è altro che una guida, una tavola di elementi che esprimono un’identità, un carattere, una personalità. Se ne avessi ideata una fin da subito avrei fatto senza dubbio uno sforzo di immaginazione meno faticoso e meno incerto. Ho comunque deciso di comporne una a posteriori per esprimere al meglio il mood che volevo riproporre per il mio appartamento.

Colori freddi, un verde pastello per dare freschezza e naturalezza ad un ambiente che mi piacerebbe fosse un giusto compromesso tra minimalismo e comfort. Un tocco di colore dato dal rosso bordeaux e dal legno per bilanciare materiali come il marmo e la pietra grigia. Il parquet dalle tonalità calde e le cementine con geometrie in stile art nouveau. Uno stile di casa assolutamente libero che mi rappresenta interamente. E questo era l’unico vero obiettivo! Sono super curiosa di vedere quanto il progetto finito si avvicinerà all’idea di casa che ho maturato in questi mesi. Stay tuned!

 

Leave a Reply